parallax background

Nessuno nasce per niente…

Piccola Annie
3 Aprile 2018
La lampada di Aladin
3 Aprile 2018
 

Divertente, moderno, colorato, commovente,
il Musical “Nessuno nasce per niente...” è una delle più grandi realizzazioni artistiche a Siracusa per giovani artisti emergenti.
Sold out per tutte le rappresentazioni. Lo spettacolo


si ispira al celebre romanzo “Le avventure di Pinocchio”, scritto da Carlo Collodi a Firenze nel 1881 e ritenuto da molti più che una favola per ragazzi
un'allegoria della società iniqua e una satira verso la pedagogia dell’epoca, contraddittoria e piena di formalità.
È la storia di Pinocchio, una grande lezione senza tempo per adulti e giovani, poiché mostra, anche se in maniera scanzonata, la lotta per il raggiungimento della verità,
da conquistare gradualmente soprattutto dentro la propria anima.
Spinto dal desiderio di disobbedire al padre per conoscere il mondo, Pinocchio cade nell’illusione d’una facile e comoda libertà, che poi si rivela schiavitù.
È anche un grande messaggio sul valore della famiglia e sul rapporto genitori/figli, nel quale più che le regole è importante ritrovare la tenerezza e la fiducia reciproca.
L’eroe collodiano (in latino pinocolus significa “pezzetto di pino”, un albero sempreverde) è un simpaticissimo antieroe che riesce, nonostante tutto, a riscattarsi, una persona curiosa e godereccia, inizialmente un egocentrico ed irresponsabile, che ha però un gran cuore e che è costretto, in questo percorso iniziatico, a morire (l’impiccagione) per rinascere spiritualmente,
trasformando il veleno in medicina (la pozione amara donatagli dalla fata), fino alla compassione per l’amico Lucignolo, al quale
tende generosamente la mano senza giudicarlo e trovando del buono in lui, incoraggiandolo a credere in un’altra via.
Cadono tutte le maschere infatti alla fine, non solo quelle degli approfittatori e dei falsi oppositori (ai quali, invece quest’ultimi, dovrebbe andare la nostra gratitudine) ma anche quella ad es. di un Geppetto votato in qualche modo alla solitudine sentimentale, che trova in sé il coraggio di ammettere di aver bisogno dell’amore di una donna. E la Donna è forse la vera protagonista, la Compassione, l’Ascolto, la capacità d’accogliere, la Madre, la Vita, la Terra col suo rifiorire (non dimentichiamo che la Fata Turchina è simile ad una grande regista).
Qual è la vera lezione della vita? Si vive per imparare!